La Diversità “Opposta”

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare
.

Bertold Brecht

Vi rendo partecipe di questo contributo lasciato da un Alieno. Fa parte di una discussione aperta qui.
È una prospettiva non comune sui ROM. Se non capite la sua lingua è perché viene da un altro pianeta. È un nomade spaziale.

[…]Se vogliamo fare una marmellata della nostra società
e tirarne fuori l’essenza
non credo che il giudizio tirato fuori e assaggiato da un “extraterrestre” di passaggio
sarebbe così edificante
a meno che non gli piacciano i sapori vomitevoli

Tirando il brodo la nostra società di stanziali colonizzatori
storicamente
ha generato cose come lo “sterminio dei nativi americani”
hai mai sentito parlare di giorno della memoria per i “pellerossa” [uomini di COLORE]
io mai! al massimo il columbus day

[se si dice uomini di colore: ” noi saremmo i decolorati? o i visi pallidi?”]
lo sfruttamento delle terre africane ha generato lo schiavismo

parliamo di poco tempo fa
siamo ancora figli di quell’epoca
infatti gli africani che vengono qui (costretti spesso da condizioni generate da noi o dai nostri governanti se preferisci)
non è che vengono a fare un master in raccolta di pomodori
si fanno il culo perché costretti dalla fame e dalla situazione delle famiglie

se vogliamo fare un approfondimento poi
sul fatto che il lavoro oggi è una schiavitù (per molti)
e in moltissimi casi, non nobilita proprio
perché non basato sul desiderio o sulla equa turnazione…
insomma non è questo il 3d
per dire che il concetto di lavoro nella nostra società si dovrebbe rifondare!

i ROM vengono da un altro concetto del mondo (sempre omogeneizzando)
sono nomadi nel sangue
e il nomade ama la musica che ritma il cammino
ama la sorpresa dei luoghi nuovi
i nomadi sono storicamente (ma anche attualmente) dei raccoglitori-cacciatori
ovvero partono dal presupposto che la terra non debba essere modificata
la terra offre i suoi doni
tu li puoi raccogliere e redistribuire nel tuo gruppo
nei periodi di abbondanza fanno feste dove si scambiano regali
spesso in alcuni rituali si distruggono le “cose preziose”
[potlach – kula ring]

nei periodi di magra della raccolta, il nomade tende alla caccia (molto più difficile e rischiosa)
(probabilmente, [facendo una analisi “spicciola”] questua-furto sono i figli della raccolta-caccia,
inscritti nella nostra civiltà del completo abbattimento di boschi e campi liberi)

i nomadi non hanno più spazi
la nostra società ha concepito la proprietà privata e lo sfruttamento delle terre

DI CHI è LA TERRA?

io sono andato in più campi rom
abusivi e non
i primi sono vecchie fabbriche abbandonate e baracche, roulotte
le seconde container messi dall’architetto in un ordine stile lager (comodità degli impianti)
i campi sono recintati (stile villa di vip) ma con le telecamere puntate verso l’interno
[prevedo una nuova serie di grande fratello in campo rom, sono aperte le iscrizioni]

i “non abusivi” sono i primi “abusati”!
in questi campi “donati” dal comune
i modi dei poliziotti non risparmiano nessuno
fortunatamente quel giorno c’eravamo noi
siamo apparsi come alieni
e i poliziotti ci hanno preso per giornalisti, ci hanno chiesto documenti, ci hanno “impedito” di fare foto ecc.

ho avuto modo di sentire molti racconti [di vari abusi di poliziotti]

però la cosa che ricordo benissimo
sono i bambini che giocavano ridendo
tutti insieme
se i bambini si divertono con semplicità, vuol dire che c’è del buono…

ricordo un’anziana signora che faceva il pane nel suo container minuscolo…

e ricordo campi dove l’acqua non era presente o a singhiozzo
(il comune decide chi la deve avere e chi no: l’acqua è una merce o un dono?)
ecc ecc

dovresti (dovreste ndr) avere più apertura verso il diverso, schiacciato dalla nostra società “civile”
…e allora che faresti (fareste ndr) sul mio pianeta?

Alien

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...