Una Villa al Sole

Nelle ultime settimane è venuta alla ribalta la questione (non solo napoletana) che esponeva la pratica di veicolare verso cliniche private pazienti che erano ricoverati in ospedali pubblici.

Lo schema è fin troppo banale: non c’è posto in ospedale, se vuoi fare prima posso eseguire la stessa prestazione in clinica privata (magari di cui sono proprietario/socio). Si legge dai giornali che la vicenda napoletana si tinge della bulimica voglia di soldi per cui oltre a far pagare la prestazione al paziente in regime privato si chiede anche il rimborso pubblico all’asl. Dicerto incassare due volte è molto meglio che una volta sola!

Il sistema sanitario è un sistema industriale, stracolmo di conflitti di interessi. Fornire salute non è nemmeno argomento di discussione.

Come fa un primario di un reparto a dare il meglio per l’ospedale pubblico quando ha una struttura privata dove eroga le stesse prestazioni sempre pagate dal sistema sanitario?

Fate lo sforzo emotivo, di considerare un primario che stimate, che vi ha aiutati come pazienti, che però ha un conflitto di interessi gigantesco, che non è arrogante, e non riuscite proprio a vedergli un difetto.

Fate lo sforzo emotivo di pensare che quella persona in quella posizione con quella posizione è un problema che andrebbe risolto senza indugi. Se riuscite a farlo, e condividere questa presa di posizione siete un seme di cambiamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...