Ma Siamo Seri… Per Favore!

love is

Non ci vorranno mica far credere che le relazioni sociali hanno a che vedere con la salute, con le scienze? Noi non ci cascheremmo seppure ci provassero.

Gli scienziati veri hanno bisogno di numeri e statistiche per dire che una cosa è vera o meno. Come si misurano le relazioni tra le persone? Come si può misurare il bene, l’amore o l’odio?
Chi ama 6 ha meno problemi di chi ama 1, e chi ha ama 11 non muore mai?
Ma poiché non ci sono limiti alla creatività, se le relazioni sono “soggettive” allora basta chiederlo!

L’angina (dolore in petto segno di problemi di cuore) è il primo passo verso l’infarto. Si ha un dolore in petto (Angina Pectoris) perché arriva meno sangue al cuore.

Pensate, nel 1976 osservarono quasi 10mila mariti che non avevano mai avuto un problema di “cuore”. Seguendoli scoprirono che quelli che avevano alcuni fattori di rischio, che oggi conosciamo tutti bene (colesterolo, pressione alta, diabete ecc) rischiavano 20 volte di più l’angina nei successivi 5 anni.

Sono passati 30 anni e non ci stupisce oggi, è una evidenza acquisita. Lo sappiamo tutti che questi fattori aumentano il rischio di problemi al cuore.

Infatti la storia non è finita qui; alcuni di quei ricercatori erano proprio dei teneroni e fecero a tutti i mariti questa domanda: sua moglie le dimostra che la ama?

Incredibile, addirittura quelli che avevano risposto “Sì”, anche se avevano alti tutti i fattori di rischio, avevano una “significativa” riduzione del rischio di angina. Quindi l’amore, o semplicemente una intimità sana promuove la salute

Avete capito? Se volete mangiare grasso, zuccheri in abbondanza e fumare ecc. ma volete abbassare i rischi per i vostro cuore, basta farvi fare questa domanda e rispondere ““.

Anche se non siete sposati!

Medalie JH “angina pectoris among 10,000 men.Psychosocial and other risk factors as evidenced by a multivariate analysis of a five-year incidence study” American Journal of Medicne 1976;60(6):910-921.

 

2 risposte a "Ma Siamo Seri… Per Favore!"

  1. Caro dottore, le relazioni sociali hanno una forte influenza sulla nostra salute fisica e mentale. Come ha detto lei stesso, siamo noi a controllare il nostro DNA e non viceversa. L’innamoramento, la notizia di un lutto in famiglia, in sintesi qualsiasi evento per noi significativo attiva processi enzimatici, i quali hanno il potere di attivare o disattivare funzioni genetiche. Tutto questo è evidente dalla ricerca nel campo della “genomica”, che da 50 anni produce evidenze attendibili e valide. Pensi al neonato che, seppur nutrito e tenuto pulito non dovesse ricevere carezze e coccole, svilupperebbe disordini fisiologici tali da portare malformazioni e patologie varie, il tutto perchè le carezze e le manifestazioni affettive favoriscono la secrezione dell’ormone della crescita (attraverso la mediazione di un determinato gene). Questo non è in contraddizione col bisogno di mantenere uno stile di vita sano, semplicemente è l’evidenza che uno stile di vita sano è fatto ANCHE da relazioni sociali positive e sane. In secondo luogo, anche le variabili qualitative possono essere misurate attraverso numeri e quindi elaborate statisticamente, al pari delle variabili quantitative.
    Cordiali saluti
    Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...