Ti Aggiusto Io Per Le Feste. Parte 3

manipolazione chiropratica

I chiropratici “aggiustano” e ci tengono a metterlo in chiaro, gli altri “manipolano” e non gli frega niente di far sapere che loro non “aggiustano”.

Come sempre le parole sono importanti, ma sono anche convenzioni; noi le usiamo per renderci la vita migliore, come i soldi (pezzi di carta per scambiarci beni e servizi).
A volte però certe parole creano confusione e non ci aiutano…. proprio come i soldi dovrebbero servirci e invece siamo noi a servire loro.

Tornando a noi e alle nostre “leve“.
Se avete seguito le puntate precedenti forse non avete capito nulla perché credo di essere stato capace di confondere le idee al pari di Bruno Vespa ed Emilio Fede messi insieme.

Le leve corte permettono movimenti più precisi, o forse direi che le leve corte permettono manipolazioni precise di cui molti chiropratici vanno fieri. Mentre le leve lunghe permettono manovre generali, come pendere la colonna vertebrale, girarla un po’ finché non scricchiola e via.

Ora è il momento dell’esempio:
prendete una catena di ferro, con una fiamma saldate 2 anelli, in modo che non si “muovano”.
Se la catena fosse una colonna vertebrale avremmo una sublussazione tra i 2 anelli (vertebre) che non si muovono.

Ora prendete i 2 capi della catena e cominciate ad attorcigliarli (anche con l’aiuto di un amico) fin quando non riuscirete a sbloccare gli anelli “bloccati” (leva lunga) (potreste non riuscire a portare sufficiente tensione proprio in quel punto bloccato).
Ora, se ci siete riusciti, risaldate i 2 anelli e prendeteli con le mani e cercate di separarli con movimenti rapidi e secchi, senza usare troppa forza.

Se ci siete riusciti e se ci tenete a saperlo, avete fatto un aggiustamento chiropratico con leva corta alla catena che sicuramente ringrazia.
Se ci eravate riusciti anche prima avevate fatto una “manipolazione” della catena.

Ad ogni modo è comunque evidente che avete molto tempo libero per stare dietro a questi giochi.

Parte 1 e parte 2

2 thoughts on “Ti Aggiusto Io Per Le Feste. Parte 3

  1. Ora che ho trovato il tempo per leggere i suoi articoli con la dovuta calma, sono contrariato per la considerazione ironica che ha del mio tempo stesso. 😛

    Passando pero’ alle cose serie, la mia domanda sorge spontanea: essendo io un paziente che conosce la chiropratica per la prima volta, affetto da analfabetismo motorio, e che si intende ben poco di leve fisiche, forse di qualche leva psicologica, come posso capire se il medico a cui mi rivolgo applica una manipolazione piuttosto che un’aggiustamento?

  2. 1. chiedendogielo
    2. cercando di sentire se si viene ruotati.

    nessuno dei due metodi sono validissimi, ma per questo non ci posso fare nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...