Non Solo Autismo. Parte 2

I gemelli John e Michael negli anni ’60 erano da poco maggiorenni ed erano diventati famosi in televisione, per radio americane per le loro capacità straordinarie mnemoniche e matematiche.

Riuscivano a dire in che giorno della settimana cadeva una qualsiasi data anche migliaia di anni avanti, che metodo potevano avere due ragazzi autistici, psicotici o lievemente ritardati o soprattutto che non erano in grado di fare sottrazioni e addizioni?

i gemelli ruotano gli occhi e poi li arrestano in un modo particolare, come se stessero strotolando un calendario mentale o scrutando un paesaggio interiore. I gemelli non “calcolano” loro “vedono”.
Una scatola di fiammiferi […]cade sporgendo il contenuto sul pavimento <<111!>> gridarono i gemelli all’unisono; e poi John mormorò:<<37>>, Michael lo ripetè, John lo disse una terza volta.
Contai i fiammiferi (mi ci volle un po’): erano 111. come fecero a contarli così in fretta? “non li abbiamo contati, abbiamo visto 111” perchè il 37? “37,37,37=111″risposero insieme.

John fece un gesto con il pollice e due dita tese, come ad indicare che avevano diviso in tre il numero[…].
Parvero sorpresi della mia sorpresa come se io fossi in qualche modo cieco [..].

Non sarebbe come investire in ricerca e progresso  proteggere e dare dignità ai diversamente abili mentali, invece di comportarci come dei disturbati mentali correndo dietro a pazzi di carta colorati?

Continua…

Oliver Sacks “l’uomo che scambiò sua moglie per un cappello” I gemelli cap. XIII pag. 255-78.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...