Sclerosi Multipla. Considerazioni Finali. Parte 2.

Che risposte ci si aspetta dalla ricerca biomedica. Esiste lo studio davvero incontrovertibile? Serenamente credo di no. La scienza può investigare solo modelli semplici e mattone dopo mattone interpretare la vita e la natura.

Allo stesso tempo però la semplice ricerca scientifica sono decenni che ci dice che l’ambiente, quello che mangiano e che respiriamo ha enorme ricadute sulla salute e sulla malattia.

La sclerosi multipla è stata per la prima volta descritta all’inizio del1800. È inverosimile, anche se possibile, che nessuno si sia accorto di questa malattia e che non ci siano documenti storici in cui venga descritta. Questo suggerisce che è una malattia molto recente, nuova.

Se allora è vero che la sclerosi è una malattia nuova credo che non si può non considerare il ruolo principale dell’ambiente nella sua apparizione. Negli ultimi due secoli l’uomo ha solo accelerato la corsa all’inquinamento del suo ambiente, e di quello che mangia e di quello che respira.

Ci vorrebbe uno studio che indaghi l’incidenza di Sclerosi Multipla in una popolazione di vegetariani. Ci vorrebbe, io non l’ho trovato. Aiutatemi. Sono curioso.

Come sempre questo blog è una finestra aperta alle sbirciate altrui. Questo è il mio percorso in questo mondo neuromedicoscientificochiropratico.

Grazie per essere passati di qua.

6 risposte a "Sclerosi Multipla. Considerazioni Finali. Parte 2."

  1. La medicina ufficiale e le compagnie chimico-farmaceutiche non hanno alcun interesse nello studio sull’influenza della dieta rispetto alla SM. Infatti frutta e verdura non sono brevettabili, quindi non producono risultati a livello finanziario.

  2. Raimondo! Hai detto una cosa bruttissima e, sfortunatamente…Giustissima e verissima!! La scienza medica ufficiale ci tiene all’oscuro di questi studi e secondo me il solo non diffonderli, anche solo per prendere coscienza del fatto che esistono, è già un atto criminale. Qui si parla di Swank e SM, ma anche Esselstyn, McDougall, Anderson, Ornish, Morrison e altri hanno avuto successi con diverse malattie (diabete, cardiopatie ecc.) semplicemente cambiando alimentazione. E nessuno ne sa niente: scandaloso.

  3. Il problema non è la sclerosi multipla, ma l’Uomo stesso. Ti dicono che fumare fa venire una miriade di malattie mortali? L’Uomo fuma lo stesso! Ti dicono che il diabetico non deve assumere zuccheri e deve seguire un’alimentazione equilibrata? Il diabetico mangia semplicemente ciò che gli passa per la testa! Giusto per finire, i malati di sclerosi multipla che preferiscono non vedere che l’approccio dietetico è semplice darseguire e forse, dico forse, produce anche qualche risultato di contrasto alla malattia. Però no, megli iniettarsi immondi medicinali che non fanno statisticamente nulla, piuttosto che rinunciare alla brioche, alla bella bisteccona piena di grassi saturi o un bel pezzo di formaggio!
    Vallo a capire l’essere umano!

  4. gentile dottore mi sono trovata nel suo sito in una delle mie solite ed improduttive ricerche su alimentazione e sclerosi multipla, argomento di cui mi occcupo da qualche anno, complimenti per la sua logica, rigida e tecnica conclusione su tutto ciò che c’è di scientifico sulla malattia e l’alimentazione. la condivido a pieno e la contatterò per un maggiore discussione su tali criticità. saluti antonella venezia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...