Le manipolazioni, gli aggiustamenti vertebrali chiropratici sono interventi terapeutici. Tu hai un dolore vertebrale, non riesci a girarti bene da un lato, ti senti la testa pensante, quando ti alzi ti ci vuole un po’ di tempo per raddrizzarti, ti tira un po’ la gamba.

Quindi vai da un chiropratico, o il tuo medico ti manda da un chiropratico, (che cosa ho detto? Che sogno che avanzamento culturale), (ovviamente questo succede ma le proporzioni sono minime, insignificanti) dicevamo, vai dal chiropratico che ti visita accuratamente e conferma che si possono fare aggiustamenti chiropratici.

Molto spesso, dopo un aggiustamento il sollievo è immediato. Un attimo prima non ti muovi, non ti raddrizzi, hai la testa pesante, e un attimo dopo non ci credi, giri la testa, la testa si sta liberando, ti guardi intorno: la testa è libera.

È una magia!

Arthur C. Clark fu uno scrittore inglese di fantascienza, nacque nel 1917 e morì nel 2008. Ci sono 3 leggi che portano il suo nome. Una è questa: ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.

Quando abbiamo cominciato ad usare un apparecchio attaccato ad un muro per parlare con un altra persona a km di distanza ci sembrava magico che uscisse la voce dalla cornetta.

Poi la tecnologia ha fatto la magia di non aver bisogno del filo. (non ci stupiamo oggi perché sappiamo che c’è una tecnologia dietro)

Le manipolazioni vertebrali sono una tecnologia moderna e molto avanzata. Una tecnologia che modifica la trasmissione neurologica, modifica l’organizzazione del cervello, modifica le mappe cerebrali del corpo e dello spazio. Modifica la vascolarizzazione periferica.

Chi non conosce la chiropratica si stupisce, non ci crede, chi la teme la schernisce. Ma è una tecnologia avanzata che paradossalmente esiste da qualche migliaio di anni. Come per tutte le tecnologie è solo una questione di accesso a tutti. Per l’appunto.

Le altre due leggi sono:

1. quando uno scienziato illustre, ma anziano, afferma che qualcosa è possibile, quasi certamente ha ragione. Quando afferma che qualcosa non è possibile, molto probabilmente ha torto.

2. l’unico modo per scoprire i limiti del possibile è avventurarsi un po’ oltre di essi nell’impossibile.

Una risposta a "La “magia” della Chiropratica"

  1. Sono fortemente convinto che la Chiropratica faccia parte del mondo magico sconosciuto a tanti; grazie e al prossimo video con esercizi mirati. Buon tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.