Ernia Rivisitata Parte 2

ernia

Il disco intervertebrale viene chiamato in diversi modi tra cui “cuscinetto”. Ma non è un cuscinetto, non è affatto soffice, è super resistente. Infatti è una “spugna” piena di acqua. Pensate a quanto fa male tuffarsi di pancia in mare; se fosse soffice come un “cuscinetto”, le “panzate” in acqua non sarebbero come dare “panzate” contro un muro.

E infatti, quando si ha un trauma con un disco sano, cioè idratato, cioè pieno di acqua, la prima cosa che si rompe è la vertebra, perché il disco sano è “incomprimibile”, sfonda il piatto vertebrale e Ernia nella vertebra stessa. (sui libri si chiama ernia di Schmorl) .

Al disco normalmente non arriva sangue per nutrirlo. Si nutre con il movimento delle vertebre sopra e sotto, che fanno in modo che entri ed esca acqua in modo ritmico. In altre parole al disco bisogna cambiargli l’acqua come alla vaschetta dei pesci rossi, come alle olive, e lo si fa con il movimento.

Quando 2 vertebre smettono di muoversi l’una sull’altra, il disco non riceve più nutrimento si disidrata, comincia ad essere “comprimibile” e pian piano, la rete della spugna si sfilaccia sotto la pressione che aumenta; così il disco sotto pressione, si sfianca, si indebolisce e migra, si sposta in un posto che non è il suo. Se manca il movimento, il disco soffre ed eventualmente nel tempo ernia. Bisogna recuperare il movimento, così che chi spinge il disco fuori dal suo posto, smetta di spingere.

Continua…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...